L'Associazione Museo di Val Verzasca

Costituita nel 1979, l'Associazione Museo di Val Verzasca promuove la conoscenza e la conservazione del patrimonio storico ed etnografico verzaschese. Presente in diversi punti del territorio con sedi espositive e itinerari etnografici, si propone di valorizzare il passato seminomade, la mentalità, la spiritualità e la vita comunitaria tipici di una zona di montagna dell'arco alpino.

Il comitato

 Lorenzo Sonognini, presidente

 Mario Canevascini, membro di comitato

 

Noè Zardi, membro di comitato (foto S. Spinelli)

Franca Matasci, membra di comitato

Daniela Prat, membra di comitato e segretaria

Collaboratori

Veronica Carmine, curatrice

 Jana Rossi, custode

Leana Panscera, custode

Jeanne Togni, custode

Guglielmo Ferrini, mugnaio

 

Lorenza Gianettoni, cassiera

La storia

1974 | Prime esposizioni allestite nella Casa Genardini di Sonogno grazie all’iniziativa dei coniugi Franco e Angela Maria Binda con la raccolta di numerosi oggetti, attrezzi, documenti legati alla vita e alla cultura della Valle Verzasca.

1979 | Fondazione dell’Associazione Museo di Val Verzasca.

1994 | Acquisto da parte dell’Associazione del mulino e della centralina elettrica di Frasco.

1996 | Inaugurazione del mulino e della centralina idroelettrica di Frasco restaurati e rimessi in funzione.

1996 | Acquisto della Casa Genardini di Sonogno, sede principale del Museo.

Un particolare ringraziamento ai nostri principali sostenitori

Centro di dialettologia e di etnografia

 

Verzasca SA

 

Banca Raiffeisen Cugnasco Gordola Verzasca

Ente turistico Tenero e Valle Verzasca